Connect with us

First news in World

L’IPO di Coinbase fa schizzare le quotazioni di Bitcoin ai nuovi record

L'IPO di Coinbase fa schizzare le quotazioni di Bitcoin ai nuovi record

NOTIZIE FINANZIARIE

L’IPO di Coinbase fa schizzare le quotazioni di Bitcoin ai nuovi record

Ieri, è stato il gran debutto di Coinbase al NASDAQ con l’IPO da 86 miliardi di dollari. Tanto vale la piattaforma di trading delle “criptovalute” come i Bitcoin al termine della prima seduta. In chiusura, le azioni valevano 328,28 dollari, segnando un rialzo del 31,3% rispetto ai 250 dollari del prezzo di riferimento iniziale. Ma nel corso delle contrattazioni, sono arrivate a toccare i 429 dollari, portando la capitalizzazione complessiva sin sopra i 100 miliardi.Incredibile, ma l’IPO di Coinbase ha valutato già la società al 94-esimo posto per capitalizzazione negli USA, più del NASDAQ e dell’Intercontinental Exchange messe insieme. Quest’ultima è la società che gestisce la Borsa di New York.Ma di preciso, cos’è Coinbase? Fondata nel 2012 a San Francisco da Brian Armstrong, 38 anni, attuale CEO, gestisce le transazioni di compravendita di alcune “criptovalute”, principalmente Bitcoin ed Ethereum. La piattaforma applica una commissione dello 0,5% sul controvalore negoziato. Ad esempio, se compro Bitcoin per un controvalore di 100 dollari, la società si prende 50 centesimi. E a differenza di molte realtà appena quotate, l’IPO di Coinbase non consegna al mercato una società in perdita. Anzi, nel primo trimestre di quest’anno i ricavi sono risultati in crescita tendenziale dell’847% a 1,8 miliardi, più del fatturato nell’intero 2020. E la società stessa stima un utile netto compreso tra 700 e 800 milioni per il periodo. Gli utenti attivi registrati sulla piattaforma sono 56 milioni, di cui 6,1 milioni sono mensili.Valutazioni eccessive dall’IPO di Coinbase?Ma l’IPO di Coinbase non è avvenuta in maniera usuale, cioè tramite un consorzio di banche che prima acquista le azioni e dopo le rivende sul mercato. La vendita dei titoli è stata diretta. Nelle stesse ore, il prezzo dei Bitcoin si portava ai nuovi massimi storici, toccando i 64.750 dollari. L’attuale capitalizzazione della “criptovaluta” ammonta a 1.170 miliardi, portando a oltre 2.000 miliardi quella di tutte le monete digitali. Da inizio anno, i Bitcoin guadagnano il 116,50% ai prezzi di questa mattina.Detto questo, il business della piattaforma è fortemente esposto alla volatilità delle “criptovalute”. Vi abbiamo accennato in estrema sintesi come siano realizzati i ricavi e i profitti. Ebbene, ciò significa anche che nel caso in cui ripieghino le quotazioni di Bitcoin ed Ethereum, le due monete digitali più trattate, anche i margini di guadagno per la società si riducono. Questa è la vera scommessa che il mercato ha di fronte con l’IPO di Coinbase: riuscirà il titolo a reggere nei prossimi mesi o anni o risentirà inevitabilmente delle ampie fluttuazioni delle “criptovalute”?Se NASDAQ ha fornito un’indicazione sui 65 miliardi, per Trainer la capitalizzazione dovrebbe essere di 18,9 miliardi, cioè poco più di un quinto dei livelli raggiunti al termine della prima seduta dall’IPO di Coinbase. D’altra parte, il titolo potrebbe finire nei portafogli delle case d’investimento come una sorta di proxy per i Bitcoin, in particolare. E si consideri che se la società riuscisse almeno a mantenere i livelli degli utili maturati nel primo trimestre per il resto dell’anno, alle quotazioni attuali il titolo varrebbe “solo” 28,7 volte in più. Le società che fanno parte dell’indice S&P 500 quotano mediamente a ben 42 volte l’utile, cioè risultano quasi una volta e mezza meno redditizie.[email protected]   


Source link

Continue Reading
You may also like...

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in NOTIZIE FINANZIARIE

To Top
error: Content is protected !!