Prezzi carburante, crisi di governo indigesta agli automobilisti

Prezzi benzina, inchiesta di Altroconsumo: ecco le città più care

La crisi di governo potrebbe avere effetti deleteri sui prezzi del carburante, causando un aumento di benzina e diesel nel corso delle prossime settimane. Infatti, se il nuovo governo non dovesse riuscire a disinnescare le clausole di salvaguardia, l’IVA passerebbe dal 22 al 25,2 per cento.

In uno scenario simile a rimetterci per primi sarebbero gli automobilisti, dal momento che le accise dei carburanti aumenterebbero per un valore complessivo di 400 milioni di euro.

Crisi di governo, i prezzi carburante sono soltanto la punta dell’iceberg

La spesa degli italiani per l’auto non è un dettaglio di poco conto, se si considera che vale l’11 per cento del PIL italiano (come sottolinea il portale auto.it nell’articolo intitolato “Prezzi della benzina in aumento con la crisi di governo”).

Va però detto che l’eventuale aumento dei prezzi del carburante sarebbe soltanto la punta dell’iceberg. L’IVA al 25 per cento comporterebbe una spesa nettamente maggiore per l’acquisto – ad esempio – di una nuova automobile.

Facendo sempre riferimento all’approfondimento di auto.it, il costo di un’auto di media gamma passerebbe dagli attuali 16.775 euro a 17.394 euro, per un aumento di circa 600 euro. In proporzione, verrebbero raggiunte cifre ben superiori qualora l’acquisto ricada su un SUV di alta gamma. In questo caso, infatti, l’aumento sarebbe di oltre 2 mila euro (da 61.000 a 63.250 euro).

I prezzi di benzina e diesel aggiornati al 13 agosto

Nel frattempo, Quotidiano Energia ha elaborato le nuove medie dei prezzi carburante nella rete autostradale e stradale italiana. In evidenza IP e Tamoil, che applicano un taglio rispettivamente di 1,5 centesimi e 1 centesimo su benzina e diesel. Se si tiene conto della media nazionale, un litro di benzina costa 1,591 euro se il rifornimento avviene al self service.  Il costo del diesel è invece fissato a 1,473 euro al litro.

Prezzi più alti al servito, dove un litro di benzina costa in media 1,729 euro, mentre per un litro di gasolio l’automobilista paga 1,615 euro.

 

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *